Transizione ecologica e Recovery Fund: tutto quello che bisogna sapere

Il concetto di transizione ecologica

La qualità della nostra vita dipende dall'ambiente, ma le modalità con cui oggi vengono sfruttate le risorse naturali rischiano di pregiudicare il nostro benessere.

 

Si viene così a delineare l'esigenza di una netta trasformazione del nostro modo di produrre, di consumare e di vivere, e si rende necessario dar vita ad un'economia più ecologica, la cui transizione deve iniziare il più velocemente possibile.

 

Si parla infatti di transizione ecologica, un percorso in grado di portarci da dove siamo adesso ad un futuro non troppo remoto. 



 

Partendo ora, si vengono a delineare 3 condizioni:

  1. Il tempo a disposizione è limitato.
  2. Diversi tentativi falliti in passato.
  3. Maggiori strumenti a disposizione per comprendere come funziona l'uomo e i sistemi naturali.


 

I fallimenti passati sono comunque importanti perché ci suggeriscono di non rifare le stesse cose.

 


Inoltre, le istituzioni non sempre riescono ad affrontare i problemi con la necessaria incisività; una frase tipica all’interno del movimento della transizione ecologica afferma che i governi si muoveranno troppo poco o troppo tardi.

 

In realtà qualcosa si è smosso: a partire dalle Legge di Bilancio 2020, l'Italia ha dato avvio ad un piano di investimenti e di misure (Green New Deal) che si pongono come obiettivo di rendere sostenibile la nostra economia.

 

Tra le principali misure che si prevede possano produrre i loro effetti nei prossimi anni vi è una legge sul clima e il fondo per una transizione giusta.


 

 

Quest'ultimo sarà necessario a finanziare il percorso di transizione ecologica dei paesi europei, ovvero un graduale processo che prevede una completa decarbonizzazione fino alla realizzazione di nuove infrastrutture e l’investimento in nuove attività produttive.

 

Un’altra misura fa riferimento al piano Transizione 4.0 che offre maggiore attenzione alla sostenibilità ambientale ed è finalizzato a favorire anche gli investimenti green delle imprese.

 

Il piano prevede agevolazioni a favore delle aziende per investimenti in innovazione, sviluppo, ricerca, beni strutturali e formazione del personale per la trasformazione tecnologica, digitale e sostenibile dei processi produttivi.


 

Recovery Fund e transizione ecologica

Grazie al Recovery Fund, l’Italia diventa protagonista del Green Deal europeo i cui obiettivi sono i seguenti:

  1. ridurre le emissioni inquinanti;
  2. incrementare i posti di lavoro nell'economia verde;
  3. migliorare l’efficienza energetica degli immobili;
  4. innescare e sostenere i processi industriali della transizione verde.

 

La missione si articola su 4 linee d'azione:

  1. Impresa verde ed economia circolare che si pone come obiettivo la promozione della sostenibilità ambientale.
  2. Transizione energetica e mobilità locale sostenibile che interviene nella produzione delle energie rinnovabili.

  3. Efficienza energetica e riqualificazione degli edifici” che punta all’efficientamento energetico del patrimonio edilizio pubblico e privato.

  4. Tutela e valorizzazione del territorio e della risorsa idrica per il sostegno all’utilizzo efficiente e alla qualità delle acque.

 

Per quanto concerne le infrastrutture per una mobilità sostenibile, la missione è suddivisa in 2 componenti.

  1. Alta velocità di rete e manutenzione stradale 4.0 con l'obiettivo di potenziare le linee ferroviarie in un’ottica di mobilità rapida, sostenibile e tecnologicamente avanzata.

  2. Intermodalità e logistica integrata, ovvero un programma nazionale di investimenti per un sistema portuale sostenibile e competitivo.
Team Bruschini

Team Bruschini

Crediamo nella cultura del risparmio energetico, nell'utilizzo di fonti rinnovabili che siano in grado di sostituirsi per semplicità ed efficienza agli idrocarburi.

Libera la tua energia con noi.

Contattaci e libera la tua energia!