Rivoluzione verde: cosa prevede il Recovery Plan?

Il Fondo per la Ripresa (Recovery Plan o Next Generation EU) è un piano approvato a luglio 2020 dalla Commissione Europea per il rilancio delle economie dei paesi EU, finalizzato all’uscita dalla grave crisi causata dalla pandemia Covid-19.

 

In tal modo i paesi EU potranno aumentare temporaneamente il proprio bilancio mediante nuovi finanziamenti per un totale di 750 miliardi di euro, di cui 360 di prestiti e 390 a fondo perduto.

Ciascun governo dovrà inviare alla Commissione Europea il proprio piano di interventi entro aprile 2021 per essere esaminato e vagliato. Successivamente la medesima Commissione proporrà l’approvazione al Consiglio Economia e Finanza (Ecofin) che è l’organo competente in merito alle politiche economiche e finanziarie.
Una volta approvato sarà immediatamente possibile utilizzare subito il 10% del finanziamento.

 

L’Italia beneficerà della fetta più cospicua di fondi (circa 210 miliardi) ed avrà quindi la responsabilità futura di un corretto e razionale utilizzo di essi.

Con questo piano l’Italia dovrà seguire le indicazioni della presidente Ursula Von der Leyen che ipotizzano un nuovo modello di sviluppo sociale ed economico per i prossimi decenni:

  1. riduzione delle emissioni dei gas che alterano il clima della terra;
  2. migliorare la qualità dell’aria e delle acque;
  3. razionalizzare l’uso delle materie prime nelle lavorazioni industriali;
  4. incrementare la nascita di posti di lavoro nell’economia verde;
  5. sostenere i processi per una transizione verde;
  6. promuovere la mobilità sostenibile tramite il rafforzamento dei trasporti ferroviari e la transizione ai motori elettrici per gli autoveicoli privati.

 

 

La bozza del Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza stilato dal passato governo Conte prevede interventi per circa 176 miliardi nelle seguenti macro-aree denominate “missioni”:

  1. Missione 1 - Digitalizzazione, Competitività e Cultura;
  2. Missione 2 - Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica;
  3. Missione 3 - Infrastrutture per una Mobilità Sostenibile;
  4. Missione 4 - Istruzione e Ricerca;
  5. Missione 5 - Inclusione e Coesione;
  6. Missione 6 - Salute.

 

Nel dettaglio, per quanto riguarda la missione Rivoluzione verde e transizione ecologica, sono previsti investimenti per circa 70 miliardi in:

  1. energia rinnovabile, idrogeno e mobilità sostenibile;
  2. agricoltura sostenibile ed economia circolare;
  3. efficienza energetica e riqualificazione degli edifici;
  4. tutela del territorio e delle risorse idriche;

 

 

La fetta maggiore del finanziamento sarà destinata a due progetti:

  1. efficienza energetica con interventi sul patrimonio edilizio per la messa in sicurezza degli edifici (principalmente pubblici come scuole, ospedali, tribunali, ecc.) e per il loro efficientamento;
  2. incentivi per la riqualificazione energetica e antisismica dell’edilizia residenziale (in quest’ottica è da intendere il Superbonus del 110%).

 

Alcuni analisti hanno ravvisato punti critici riguardo la Missione 2:

  1. risorse troppo limitate per l’economia circolare e la valorizzazione del ciclo dei rifiuti;
  2. mancanza di una strategia a lungo termine per la decarbonizzazione;
  3. nessun riferimento alla tutela della biodiversità e degli ecosistemi;
  4. nessun riferimento all’uso sostenibile delle risorse acquatiche e allo stato di salute delle coste, dei mari e delle acque interne.

 

Una novità del governo Draghi è rappresentata dal neo-ministero della Transizione Ecologica cui andranno le competenze attinenti a:

  1. efficienza energetica;
  2. energie rinnovabili;
  3. mobilità sostenibile;
  4. decarbonizzazione;
  5. piano per l’idrogeno;
  6. tecnologie energetiche pulite;
  7. transizione sostenibile della produzione di idrocarburi.

 

Sarà quindi necessario ripensare in chiave ecologica alle future politiche economiche, industriali e sociali.

Team Bruschini

Team Bruschini

Crediamo nella cultura del risparmio energetico, nell'utilizzo di fonti rinnovabili che siano in grado di sostituirsi per semplicità ed efficienza agli idrocarburi.

Libera la tua energia con noi.

Contattaci e libera la tua energia!