Impianto fotovoltaico: che manutenzione richiede?

Un impianto fotovoltaico ha un lungo ciclo vita (fino 25 anni) ma una scarsa (o assente) manutenzione può ridurre drasticamente le sue prestazioni. 


La manutenzione può rappresentare il momento giusto per migliorare le prestazioni dell’intero impianto fotovoltaico.

Se non viene effettuata, gli impianti fotovoltaici tendono ad essere soggetti a decadimenti prestazionali ed ad un incremento di usura da agenti ambientali/atmosferici che influiscono in maniera irreversibile non solo sulla produzione energetica ma anche sull’efficienza del sistema e sul rientro economico dell’investimento.

Naturalmente, la manutenzione di un impianto residenziale o domestico richiede un intervento differente rispetto ad un impianto aziendale commerciale e ancora differente per un impianto a terra e cosi via.

La manutenzione, sia essa ordinaria o straordinaria, consente ai pannelli di continuare nel tempo a svolgere il loro dovere assicurando il massimo delle prestazioni ed evitando sul nascere una serie di determinati inconvenienti capaci di generare incendi.

COME AVVIENE LA MANUTENZIONE 

Manutenzione ordinaria

La manutenzione ordinaria fa riferimento a tutti quegli interventi finalizzati a contenere il degrado normale d’uso dei pannelli fotovoltaici. Fanno parte normalmente anche il servizio di monitoraggio e predisposizione della reportistica al fine di tenere sotto controllo le prestazione dell’impianto e gli eventuali fermi.

Pulizia dei pannelli fotovoltaici

La pulizia dei pannelli fotovoltaici è il primo intervento di manutenzione ordinaria al fine di rimuovere tutte quelle sostanze che possono ricoprire il modulo solare, limitando così l’esposizione all’irraggiamento.

La sporcizia che si deposita sui pannelli può infatti inibire l’assorbimento dei raggi solari e quindi ridurre l’accumulo di energia.
Di solito, questo genere di manutenzione viene effettuata una volta l’anno, preferibilmente in primavera.

Questa operazione può essere effettuata in diversi modi, ma bisogna prestare attenzione a non utilizzare prodotti che rovinano il pannello: affinché lo stesso non subisca danni è importante adoperare acqua demineralizzata ed una spazzola morbida.

Con la pulizia dei pannelli si può ottenere un miglioramento fino al 25% riportando la struttura in condizioni di pulizia ottimale. Un altro accorgimento importante è quello di asciugare per bene i moduli ed evitare di lasciare aloni, che possono andare ad influire negativamente, sebbene in maniera minore rispetto allo sporco, sulle performance della struttura.

Monitoraggio del rendimento dei pannelli solari

Installare un sistema di monitoraggio per tenere d'occhio le prestazioni dei pannelli è sempre utile.
Usufruendo di un impianto di monitoraggio è possibile conoscere la quantità di energia che produce quel dato impianto, effettuando diagnosi precise per capire quali sono le componenti che non stanno funzionando come dovrebbero.

Monitorando il proprio impianto infatti, non solo si è consapevoli della quantità reale di energia prodotta; ma anche di altri parametri che permettono di coordinare e amministrare nel miglior modo possibile l'autoconsumo.

Manutenzione straordinaria

La manutenzione straordinaria dei pannelli fotovoltaici comprende gli interventi di sostituzione dei componenti principali dell’impianto.

Controllo dei moduli solari

L’inverter, il cuore elettrico del fotovoltaico, è il componente più soggetto a manutenzione straordinaria. A intervalli regolari è auspicabile controllare gli inverter – che permettono il passaggio dalla corrente continua alla corrente alternata utilizzabile nelle nostre case – i fusibili, le batterie, gli interruttori, i cavi e le relative connessioni.

Team Bruschini

Team Bruschini

Crediamo nella cultura del risparmio energetico, nell'utilizzo di fonti rinnovabili che siano in grado di sostituirsi per semplicità ed efficienza agli idrocarburi.

Libera la tua energia con noi.

Contattaci e libera la tua energia!